piede
PODOLOGIA

I PLANTARI

Il plantare è un presidio ortopedico volto a modificare i rapporti articolari del piede per ottenere un riequilibrio morfo-strutturale dell’arto durante la fase di appoggio e propulsione, sia in statica che in dinamica e per correggere la postura generale dell’ individuo.

Viene utilizzato negli stati dolorosi del piede (metatarsalgia, capsuliti ,ipercheratosi plantari etc), in particolari conformazioni (piede cavo, piede piatto), in determinate complicanze agli arti inferiori, in patologie sistemiche quale diabete (piede diabetico), artrite reumatoide (piede reumatico) ed in altre patologie che colpiscono il sistema vascolare, nervoso e linfatico (vasculopatie periferiche, linfedema, malattia di Charcot-Marie-Tooth).

Il plantare risulta inoltre utilissimo anche quando vi sono zone di ipercarico pressorio, causa principale della formazione delle callosità e quindi del dolore, riequilibrando il carico sul piede.

Il piede è la base d’appoggio di tutto il nostro organismo e un appoggio non funzionale ricadrà negativamente non solo sul piede in primo luogo, ma su tutte le strutture articolari a monte.

FASI DI PROGETTAZIONE DEL PLANTARE:

piede2

Il plantare nell’adulto risulta comunque essere una terapia palliativa in quanto non è in grado di modificare in modo stabile i rapporti articolari già ormai saldati e costituiti ma è senz’altro in grado di alleviare molto spesso la sintomatologia dolorosa e di correggere l’appoggio quando lo si indossa, ed offrire specialmente nello sportivo maggior “grip”. Tutt’altro discorso invece per quanto riguarda il piede del bambino, che essendo in continua evoluzione può trarre un effetto terapeutico dall’uso dei plantari, specialmente nei casi di piattismo. Il plantare insieme a della ginnastica “cavizzante” che aiuta la muscolatura a “tenere” l’arcata plantare nella giusta posizione, si ha nella maggior parte dei casi una risoluzione completa e duratura negli anni che eviterà in futuro maggiori problemi, solo quando questa terapia non da i giusti risultati bisogna ricorrere all’intervento chirurgico.

piede